Cuore di legno

Il progetto di Luca & Velia per la costruzione di una casa in legno

Cuore di legno RSS Feed
 
 

RaspberryPi & MyHome

Questa sera ho provato l’ultima release dell’immagine Debian personalizzata per RaspberryPi (2013-07-26-wheezy-raspbian)

Lo scopo della prova era verificare se la nuova immagine conteneva driver aggiornati per i dispositivi seriali (tipo Prolific) che nelle prime versioni davano problemi gravi (blocco del sistema al primo accesso alla porta seriale)

Con grande stupore funziona!

Sono così riuscito a collegare via USB il gateway BTicino L4686SDK a RaspberryPI e a ricevere da quest’ultimo le trame dei messaggi che girano sul bus myHome.

Ecco un paio di foto

Motivo dell’entusiamo?

Questo riapre la strada a qualche nuova funzionalità del RaspberryPi (che per il momento sta “solo” storicizzando i dati della produzione fotovoltaica):

  • storicizzazione temperature delle stanze
  • spegnimento automatico luci dopo timeout
  • simulazione presenza in casa
  • automazione frangisole
  • verifica antifurto (forse…)

insomma, c’è abbastanza lavoro per le noiose serate del prossimo inverno…

Pavimentazione e pergolati: montaggio ultimato

Lunedì 19 gli operai di CentroLegno Rossini hanno ultimato il montaggio della pavimentazione.

C’è poco da dire, meglio lasciare spazio alle immagini.

Pavimentazione pedonale ultimata

Nel fine settimana ho completato la posa delle pietre per il camminamento pedonale… fondo di sabbia e posa a secco…

Sistemazione giardino e cammino pedonale

Terminati i lavori grossi per la pavimentazione ho rimesso mano al giardino.

Ieri ho passato (nuovamente) con la motozappa la parte lato strada, l’ho lasciata seccare ieri pomeriggio e stamattina ho rastrellato per togliere erbacce e sassi rimettendo in piano per quanto possibile.

Ecco il risultato (visto dall’alto)

img_0679

Ne ho anche approfittato per posizionare le pietre del cammino pedonale (”Pietra Incerta”, della linea Pas Japonais di Antoniazzi). Per ora sono solo appoggiate su terra, per verificare la posizione e l’orientamento. Poi sarà realizzato un sottofondo di sabbia per migliorare la stabilità. Informazioni su www.antoniazzi.it o a pag. 100 del catalogo http://ww2.antoniazzi.it/UserFiles/44/custom/105_2061.pdf)

img_0678

Pavimentazione e pergolati: prima fase

Oggi sono venuti gli operai di Centrolegno Rossini per la prima parte del montaggio di pergolati e pavimentazione esterna.

Hanno montati i due pergolati e creato la sottostruttura di sostegno della pavimentazione: travi lamellari da 12×12 (elementi di tipo “cuore” o “mezzo-cuore” se non sbaglio) e travetti di massello 9×9, tutto in pino impregnato in autoclave garantito 15 da Pircher.

Sui pergolati sono stati poi montati i teli ombreggianti.

Visto che avanzava tempo hanno anche creato la struttura dei gradini di ingresso.

Ecco qualche foto dei lavori

Il 17 si continua con la posa delle doghe in larice cerato.

Banco Lavoro

Un po’ di anni dopo aver realizzato la struttura base del banco da falegname (non ricordo nemmeno esattamente quando, forse non l’ho neppure pubblicato sul blog), ho iniziato a lavorare sul piano.

Riuscirò così a sostituire il piano temporaneo fatto insieme alla base e dotare il mio banco di un piano che si rispetto.

Il lavoro è sempre all’insegna del riciclo, quindi usero le travi di abete che hanno lasciato gli austriaci. Non è il massimo per un banco da lavoro (che richiederebbe legni più duri) ma non voglio comprare legno invece di usare quello che già ho.

Ecco il risultato della progettazione fatta con SketchUp (vista a raggi x)

bancolavoro-piano_v3

Il piano sarà composto da una fasciatura esterna, giuntata con code di rondine, e da due elementi principali (che sono travi da 200×100). In fondo ci sarà la vasca attrezzi.

Si intravedono i fori quadri per i cani da usare con la morsa laterale e quelli tondi per la morsa frontale.

Non si vedono le morse ma saranno una frontale (angolo sinistro) e una laterale (angolo destro)

Per chi volesse curiosare, ecco il file di SketchUp. Usate i livelli per visualizzare le quote o per nascondere alcune parti.

bancolavoro-piano_v3

Pavimentazione esterna: lavori preparatori

La struttura per la pavimentazione poggierà su alcuni plinti in cemento, messi in quota.

I lavori prevedevano:

  • rimozione dell’esistente (terreno lato sx, TNT e materiale di copertura lato dx)
  • modifica quota ispezione pluviali (erano troppo bassi)
  • posa plinti
  • livellamento terreno e copertura con TNT più ghiaia

Ecco alcune foto dei lavori in corso

Irrigazione: ultima parte

Per finire l’intero impianto d’irrigazione, mancava solo una parte, la piccola striscia che costeggia il vialetto carrabile, dove teniamo le piante officinali.

Complice un po’ di bel tempo, ne ho approfittato e ho posato gli ultimi 3 irrigatori

Pavimentazione esterna e pergolati

Post ritardatario ma, come si dice, meglio tardi che mai…

Quest’anno abbiamo deciso di realizzare la pavimentazione esterna e, già che ci siamo, un paio di pergolati.

La fornitura sarà fatta da CentroLegno Rossini, di Spino d’Adda.

Abbiamo optato per la pavimentazione in larice naturale, con fresatura antiscivolo, protetto con cera.

Ecco come risulterà il tutto

Dopo aver speso non poco tempo per decidere cosa fare, come farlo e quando farlo ci siamo scontrati con la parte burocratica.

Come spesso accade, ogni comune fa storia a se. Da noi è stato necessario presentare (oggi) una Dichiarazione Certificata di Inizio Attività, redatta da un tecnico abilitato.

La motivazione è che, benchè per la pavimentazione non fosse necessario alcun permesso, la presenza del pergolato lo imponeva. Perchè? “Perchè si sa che tutti partono dal pergolato ma dopo lo coprono e lo chiudono”. Quindi, alla faccia della presunzione di innocenza, il permesso serve perchè la maggior parte degli italiani trasgredisce le regole. Bene!

Irrigazione: piccoli ripensamenti

E’ sempre così: si pensa cosa fare per tempi lunghissimi… poi si fa… poi si cambia idea!

E’ successo così per il laghetto (o meglio “la pozza d’acqua per i pesci”). Mille riflessioni, un progetto ben preciso e la realizzazione dell’impianto di irrigazione che ne tiene conto.

Poi con l’avvicinarsi del progetto successivo (pavimentazione esterna in legno) abbiamo cambiato idea. Se mai avremo la pozza con i pesci, non sarà qui ma in un’altra parte del giardino.

Quindi? Niente, a parte dover spostare una parte dell’impianto di irrigazione…

Pagine

Categorie

Consigli personali:

Stampa foto con:
ISCRIVITI A PHOTOCITY

Menu di servizio

Altre case

Blog e tecnologia

Casa e leggi

Casa ECO e risparmio energetico

Costruttori di case

Impianti tecnologici

Cookies

Questo sito utilizza cookies per memorizzare informazioni anonime a fini statistici. Proseguendo con la navigazione accetti l'uso di queste tecnologie.

Seguimi...

Cerca nel blog...

Pubblicità

Parliamo?

Pagami un legnetto

Puoi dare il tuo contributo al nostro progetto facendo una donazione con PayPal.
L'invito a cena nella nuova casa è garantito...

Musica: the eXponentials

Articoli recenti

Archivio messaggi

Contatore visite

Consigli

Per i tuoi acquisti online Commercioetico.it