Cuore di legno

Il progetto di Luca & Velia per la costruzione di una casa in legno

Cuore di legno RSS Feed
 
 

Modifiche all’impianto elettrico in una Griffner

Colgo l’occasione di un lavoretto fatto oggi per l’impianto d’irrigazione, per documentare una cosa che a me sorprende ancora, a quasi 5 anni dall’entrata in questa casa.

E’ la facilità con cui si possono aggiungere prese elettriche sulle pareti di fermacell, senza muratori e imbianchini.

Questa volta dovevo fare una cosa un po’ fuori standard:installare il programmatore dell’impianto di irrigazione nel vano tecnico, nascondendo ovviamente tutti i cavi.

La parete era già affollata ma, tra il quadro elettrico e l’inverter del fotovoltaico, un po’ di spazio c’era…

E allora via:

sfruttando i cavidotti messi durante la costruzione della piattaforma sulla quale poggia la casa, ho portato il cavo nel pozzetto che abbiamo sul pavimento (cavo multifilare 7 x 1.5 mm2)

img_1520

da qui, passando nei corrugati neri e nella cassetta di derivazione sotto il quadro elettrico sono entrato nel quadro posando il cavo sul lato destro

Sulla parete, usando la punta a tazza da 35mm circa, ho fatto due fori per far uscire il cavo. Il doppio foro serve a darmi lo spazio sufficiente a lavorare con il trapano sulla trave che si intravede nel buco

img_1521

Ora con la punta per legno da 15mm ho forato la trave che sta alla destra del quadro elettrico (essendo una parete interna la trave non è portante e sopporta senza problemi qualche piccolo foro)

Il foro è poi stato raddoppiato per far passare sia il cavo di comando delle elettrovalvole che quello del 220v per il trasformatore

img_15231 img_1525

Alla destra del foro appena fatto ho realizzato un altro doppio foro con la punta a tazza da 67mm per inserire una scatola da cartongesso (rimuovendo anche un po’ della fibra di cellulosa che riempe la parete)

img_1526 img_1527

In questo caso il cavo elettrico (con doppio isolamento) passa dentro la fibra di cellulosa (avrei potuto mettere un tubo corrugato…)

Normalmente la presa aggiuntiva si mette sopra una presa esistente, sfruttando così la canalina in plastica che Griffner annega nelle pareti nei punti concordati.

Ora non resta che montare la piastra, la presa e la placca. Ecco fatto:

img_1528

Ed ecco il risultato finale ed una visione d’insieme della parete,,,

img_15301 img_1533

Comments are closed.

Pagine

Categorie

Consigli personali:

Stampa foto con:
ISCRIVITI A PHOTOCITY

Menu di servizio

Altre case

Blog e tecnologia

Casa e leggi

Casa ECO e risparmio energetico

Costruttori di case

Impianti tecnologici

Cookies

Questo sito utilizza cookies per memorizzare informazioni anonime a fini statistici. Proseguendo con la navigazione accetti l'uso di queste tecnologie.

Seguimi...

Cerca nel blog...

Pubblicità

Parliamo?

Pagami un legnetto

Puoi dare il tuo contributo al nostro progetto facendo una donazione con PayPal.
L'invito a cena nella nuova casa è garantito...

Articoli recenti

Archivio messaggi

Contatore visite