Cuore di legno

Il progetto di Luca & Velia per la costruzione di una casa in legno

Cuore di legno RSS Feed
 
 

MyHome: un chiaccherone…

Ieri ho finalmente trovato il tempo per fare qualche prova con l’interfaccia SCS-OPEN di BTICINO.

Cos’è?

Facciamo un passo indietro (mi si perdoni la spiegazione elementare e imprecisa):

  • il sistema MyHome di BTICINO è un sistema elettrico a bus nel quale ci sono comandi e attuatori. I comandi sono per esempio i classici interruttori della luce; invece di dare tensione ad una lampada, la pressione di uno di questi pulsanti invia un comando sul bus e l’attuatore corrispondente (un relè) fornisce tensione alla lampada corrispondente.
  • qual’è il vantaggio? in un sistema di questo tipo è semplice modificare le corrispondenze interruttore-punto luce, basta riprogrammare il comando. E’ inoltre possibile inviare comandi di gruppo (spegni tutte le luci del piano terra) ed infine, il sistema permette di essere interfacciato con altri sistemi.

E’ proprio nell’ultima affermazione che entra in gioco l’interfaccia che ho provato.

Il protocollo di comunicazione sul bus BTICINO MyHome è proprietario e non documentato (per i clienti). BTICINO però ha sviluppato l’interfaccia SCS-OPEN che permette di inviare e ricevere comandi verso e dal bus utilizzando un protocollo aperto e documentato (OpenWebNet)

L’interfaccia SCS-OPEN permette quindi di collegare un pc al bus MyHome (tramite connessione seriale RS232 o USB) e comunicare con l’impianto elettrico.

Ecco la dotazione minima:

  • interfaccia SCS-OPEN, codice L4686SDK
  • patch cord 8 vie, codice L4668BUS/60
  • cavo USB (USB A - mini USB), codice T7491A
  • presa a 8 vie, codici 336982 (Light) 336983 (Living Int) 336984 (Light Tech)

E il protocollo? Registrandosi sulla community MyOpen (vedi http://www.myopen-legrandgroup.com) è possibile scaricare la documentazione completa del protocollo.

Ecco qualche esempio (ad inizio riga l’ora del comando, come indicato da uno script di esempio):

20.13.15: *1*1*33## (Luce 33 ON)
20.13.21: *#*1##
20.13.21: *1*0*33## (Luce 33 OFF)
20.13.39: *#*1##

20.15.48: *2*2*64## (Tapparella 64 GIU)
20.15.50: *2*0*64## (Tapparella 64 STOP)
20.17.10: *2*1*64## (Tapparella 64 SU)

*#4*11*0## (richiesta temperatura zona 11)
21.22.38: *#4*11*0*0220## (misurata 22°c in zona 11)
21.22.39: *#4*11*14*0200*3## (prevista 20°c in zona 11 modo Generico)

*#4*11*13## (richiesta stato manopola zona 11)
21.28.23: *#4*11*13*1## (Variazione locale Manopola +1 in Zona 11)

*#1*37## (richiesta stato luce 37)
20.21.39: *1*1*37## (Luce 37 ON)

Ma perchè “chiaccherone”? Ho provato a lasciare in ascolto il PC e registrare tutti i comandi che transitano sul bus… beh, non sono mica pochi. Per esempio ogni 15 minuti la centrale termica interroga tutte le sonde per rilevare le temperature delle varie stanze e comandare così le elettrovalvole per la circolazione dell’acqua nel riscaldamento a pavimento… Ad ogni uso di un comando poi, il messaggio relativo transita sul bus fino all’attuatore, e in casa - non sembra - ma di comandi se ne danno parecchi…

Comments are closed.

Pagine

Categorie

Consigli personali:

Stampa foto con:
ISCRIVITI A PHOTOCITY

Menu di servizio

Altre case

Blog e tecnologia

Casa e leggi

Casa ECO e risparmio energetico

Costruttori di case

Impianti tecnologici

Cookies

Questo sito utilizza cookies per memorizzare informazioni anonime a fini statistici. Proseguendo con la navigazione accetti l'uso di queste tecnologie.

Seguimi...

Cerca nel blog...

Pubblicità

Parliamo?

Pagami un legnetto

Puoi dare il tuo contributo al nostro progetto facendo una donazione con PayPal.
L'invito a cena nella nuova casa è garantito...

Articoli recenti

Archivio messaggi

Contatore visite