Cuore di legno

Il progetto di Luca & Velia per la costruzione di una casa in legno

Cuore di legno RSS Feed
 
 

Detrazione interessi mutuo

Articolo tratto da http://www.taxelex.it/doc.php?pagina=4277

7. MUTUO CONTRATTO DA UNO SOLO DEI CONIUGI PER L’ACQUISTO IN COMPROPRIETA’ DELL’ABITAZIONE PRINCIPALE: LIMITI ALLA DETRAZIONE
D.
Nella Circolare n. 15/E del 20 aprile 2005 è stato chiarito che gli interessi passivi relativi ad un mutuo contratto per l’acquisto dell’abitazione principale possono essere detratti nei limiti del costo dell’immobile. Nel caso in cui l’acquisto sia effettuato dai coniugi al 50%, mentre il mutuo è stipulato soltanto da uno dei coniugi, tenuto conto che una condizione essenziale per avere diritto alla detrazione deve essere l’iscrizione di ipoteca sull’immobile acquistato o su immobili diversi (v. Circolare n. 7/E del 26/01/2001) e comunque riferita all’intero valore dell’immobile, la detrazione può essere rapportata all’intero costo dell’immobile?
R. Con la Circolare n.15 del 20 aprile 2005, questa Agenzia ha chiarito che, al fine di calcolare l’effettivo ammontare degli interessi detraibili, è necessario confrontare l’ammontare della somma presa a mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale con il prezzo pattuito dalle parti quale risulta dall’atto di compravendita dell’abitazione stessa. La disposizione di cui all’art. 15, comma 1, lettera b), del TUIR, mira ad agevolare l’acquisto dell’abitazione principale. In coerenza con tale ratio, la precisazione contenuta nella circolare tende ad escludere la detrazione per gli interessi relativi a mutui contratti per finalità  diverse rispetto all’acquisto dell’abitazione principale. In tale ottica, infatti, è stato richiesto che ci sia congruenza tra l’ammontare del mutuo e il valore dell’immobile Risulta invece ininfluente la ripartizione della proprietà  dell’immobile, alla quale non necessariamente corrisponde una identica ripartizione del costo di acquisto. Soprattutto nel quadro dei rapporti familiari può accadere, infatti, che la ripartizione del costo tra i soggetti acquirenti non corrisponda perfettamente alla percentuale di titolarità  del diritto reale acquistato. Nella fattispecie oggetto della domanda, quindi, il coniuge che ha stipulato un contratto di mutuo per l’acquisto dell’abitazione principale in comproprietà  con l’altro coniuge (che non ha stipulato il contratto di mutuo) può esercitare la detrazione in relazione a tutti gli interessi pagati (e non solo sul 50%).
Inoltre, ai fini della valutazione di congruità  tra capitale preso a mutuo e valore dell’immobile, necessaria per la corretta detrazione degli interessi detraibili, può considerare l’intero prezzo pattuito per l’acquisto dell’immobile quale risulta dall’atto di acquisto.

Comments are closed.

Pagine

Categorie

Consigli personali:

Stampa foto con:
ISCRIVITI A PHOTOCITY

Menu di servizio

Altre case

Blog e tecnologia

Casa e leggi

Casa ECO e risparmio energetico

Costruttori di case

Impianti tecnologici

Cookies

Questo sito utilizza cookies per memorizzare informazioni anonime a fini statistici. Proseguendo con la navigazione accetti l'uso di queste tecnologie.

Seguimi...

Cerca nel blog...

Pubblicità

Parliamo?

Pagami un legnetto

Puoi dare il tuo contributo al nostro progetto facendo una donazione con PayPal.
L'invito a cena nella nuova casa è garantito...

Articoli recenti

Archivio messaggi

Contatore visite